Obiettivo Trop Model

gennaio 30, 2010

Di neve, ciaspole e cena

Oggi ciaspolata major!! In realtà delle ciaspole non c'era bisogno: abbiamo camminato sulla pista da fondo ben tenuta e compatta ma con le racchette è chiaramente più semplice non sprofondare quindi meglio averle che non (catalanata della sera)! Inoltre non sprofondando nella neve non si corre neanche il rischio di rovinare il tracciato e questo fa sentire meglio il piccolo ambientalista che è in noi.

Abbiamo fatto un anello direi di una ventina di km passando dai 1400 della partenza ai 1900 del punto più alto. Dopodichè una bellissima mulattiera a mezza costa praticamente in piano e poi l'inizio della discesa, purtroppo nel versante esposto ad un vento peregrino che mi ha letteralmente affettato il viso.

Tanto per dare un'idea: -8,5° alla partenza (ore 10:30), -7,5° al rientro a casa (ore 16:00). Cinque ore di marcia filate senza soste che ci faceva troppo freddo (e poi comunque non avevamo portato niente da mangiare).

Quando siamo rientrati ero così infreddolita e stanca che mi ci è voluta un'eternità per ristabilire una sensazione di gradevole tepore. Ieri non avevo fatto la spesa e mi ero riproposta di farla oggi ma francamente avrei potuto digiunare anzichè uscire di casa!!

Non ce n'è stato bisogno perchè con un pò di zucca stufata che avevo in freezer, una piccola lattina di pisellini e dell'orzo perlato ho cacciato fuori un orzotto alla zucca e pisellini di tutto rispetto!! Al quale ho aggiunto dei carciofi che avevo portato da casa perchè prossimi alla rianimazione e che ho fatto brevemente stufare in padella con prezzemolo (secco ahimè), aglio ed un pezzetto dei gambi di carciofo tritati finemente.

Che dire? nonostante io non sia scesa ai negozi ed utilizzando unicamente ciò che avevo disponibile in casa (una casa, peraltro, utilizzata solo saltuariamente) sono riuscita ad allestire una cena di tutto rispetto. Ed a casa farei sicuramente altrettanto se non meglio visto che la dispensa è sicuramente più fornita.

Ora mi dico, non è la prima volta che ragiono circa il fatto che spesso si fa la spesa senza averne davvero necessità, e parlo al plurale perchè non penso proprio di essere l'unica! A voi è mai successo di andare al super sapendo di dover prendere due scemenze, chessò il latte ed il pane. E ritornare a casa con due borsate di 'mai più senza'. E poi abbiamo credenze piene di ogni sorta che quando ci decidiamo di far ordine buttiamo via (per poi sostituirli con una nuova infornata)!

Ah dite che si chiama consumismo questo? .....

Seguono solite fotine, sempre brutte visto che continuo a lasciarmi la macchinetta a casa ....



5 commenti:

valverde ha detto...

e tu me le chiami brutte queste immagini??? ma và và...detto con affetto!;DD
e venti chilometri? ahhh bè..sicuramente se tu mi dessi la caccia, ed io fossi una criminale che scappa, mi avresti preso alla fine del primo chilometro! ;(( Complimenti..ecco perchè sei in forma! bacioni...
pssst... non sono di cattivo umore..ma sta nevicando ancora qua a MPCM ed io francamente non ne posso più : che la neve è una cosa da montagna , mica da frazione con smog di città sporca!!;PP
ari baci val

emily ha detto...

tralascio i miei pensieri impuri sulle foto che con la voglia che ho di scappar via ogni posto mi sembra un paradiso...
volevo dirti che hai ragione, anche io sono d'accordo che spesso compriamo delle cose che nn ci servono e poi finiamo x buttare. io di solito butto via poco xkè finisce tutto nella ciotola della stupida bestia, ma ho un sistema tutto mio....ogni tanto salto la spesa e consumo tutto ma proprio tutto quello che ho in dispensa in congelatore e in camper....tu nn hai idea di quante cose riesco ad acucmulare nonostante le mie spese siano sobrie e controllate!!!

graz ha detto...

Val, no dai! i posti sono belli le foto sono fatte con il telefono e lasciano a desiderare assai! e comunque si, quest'inverno è veramente pesante e lungo.

Emily, è una buona idea. Io mi sono riproposta di farlo già un pò di volte ma poi finisco sempre per dimenticarmene. Certo che acquistare e portare a casa è più semplice che mettere insieme qualcosa di accettabile con quel che trovi (anche se francamente mi dà un sacco di soddisfazione in più)

ziacris ha detto...

Esatto.....presente io sono una diquelle che va al super con un biglietto striminzito e alla fine rischio che non mi basti la matiz

graz ha detto...

ZiaCris, un mio amico dice che il biglietto della spesa serve a dimenticarlo sul tavolo di cucina ed a controllare, al ritorno dal super, di quali cose hai bisogno e te le sei scordate e quante cazzate hai comprato ... :-)