Obiettivo Trop Model

luglio 13, 2009

Devo dimagrire. Sgrunt.

Scopo del post:
coming out
guardare in faccia il nemico
sputtanamento a giro
pietire l'altrui comprensione
insomma, fate vobis.
Il punto è che il mio DNA meridionale è tutta la vita che rema contro la farfalla che c'è in me, condannandomi piuttosto ad un'esistenza da bruco. Il mio 50% casertano, ovvero mammà, alla mia età, ed anche prima, era piuttosto in carne pure lei e quando, anni dopo, si guardava nelle foto si definiva 'nu puorc rass'. Eh si, mammà non ha mai avuto mezzi termini! Il mio 50% piemontese, papà, è un cultore dell'alimentazione corretta, quando ho letto la definizione di ortoressia - che non conoscevo - ho subito pensato fosse stata coniata per lui. Pertanto, nonostante il suoi 78 anni, è in forma splendida. Sua sorella, per contrappeso, è una grande obesa. A chi somiglio io, caratterialmente e non? Indovina, indovinello ...
Mia sorella ha preso tutti i geni paterni, è alta 20 cm più di me e 20 cm più stretta. Ha 47 anni e ne dimostra almeno 10 in meno, ha una volontà di ferro e si scucchiara un centinaio di km la settimana di corsa. Folti capelli ricci lunghi fino a metà schiena e senza un filo di bianco. Insomma una strafiga! (perlomeno dimostra la correttezza della mia tesi per cui le donne tra i 40 ed i 50 sono al massimo della forma fisica). Quando ci vedono insieme le persone non ci possono credere a che siamo sorelle, ho spesso pensato che non dovremmo dirlo perchè facciamo una pessima pubblicità a mammà ...
Io invece .... sono sempre stata piuttosto formosa, ho già detto di quando un mio fidanzato mi disse di amare il mio corpo perchè fatto come una esse. A me!!! che aspiravo ad essere eterea ed immateriale come una ballerina classica!!! Dannazione all'imperante modello di donnino filiforme, mi sono sempre sentita eccessiva anche se guardando oggi le mie foto dei vent'anni vedo benissimo che non lo ero affatto.
E non lo sono stata fino ad una quindicina di anni fa, direi. Insomma pesavo tra i 60 ed 65 chili e nonostante mi sentissi comunque dalla parte degli orsi vedo benissimo che non lo ero affatto. Ora, 15 anni fa vuol dire che si parla del 1994. Il mio amatissimo lavoro che avevo fatto con passione negli ultimi 6 anni, che mi aveva portato a girare tutta l'europa e non solo e che mi aveva fatto incontrare il batavo, stava velocemente andando a ramengo. Il gruppo fu dissolto, io cominciai a peregrinare su gruppi diversi, ormai solo più italiani, addio europa, ciò non di meno rimase impegnativo, quanto meno per il tempo da dedicarci.
Nel '92 mi ero separata ed il mio ex marito faceva del suo meglio per dimostrare al mondo quanto fosse disperato. Quando si scordava di disperarsi, faceva il ragazzino - scemo per essere precisi ("abbiamo fatto le gare in tangenziale con la macchina. Siamo arrivati a 160/ora. Figlio1 di a graz quanto ci siamo divertiti" il tutto con una vecchia e sgangherata Y10). Non contribuiva in nessun modo alla gestione familiare, io avevo un lavoro, due ragazzini ed un mutuo, nonchè ovviamente a tutte le altre spese. Il moroso c'era ma viveva a 3 ore di auto da me. Nel 1995 è morto il padre dei miei figli, ed i casini sono diventati stellari. L'impasse con il mio lavoro si è risolta nel 1996 ed io mi sono trovata ad avere un altro incarico e le mani così piene che non lo posso nemmeno raccontare.
Mi giro e mi rigiro, passano un 7-8 anni, la situazione si tranquillizza, ho finalmente ripreso a respirare e .... mi rendo conto che sono aumentata di un 10-15 Kg.
Com'è successo? Boh .....
Oggi sono lì. Stabile tra i 75 ed i 78 kg. Mi sono messa a dieta tra ottobre e dicembre e sono scesa a 72. Mi sentivo una silfide. Il punto è che per raggiungere tale risultato ho dovuto rigar dritto come un fuso per tre mesi. Poi sono arrivate le feste di fine anno e francamente io non è che stramangi mai, di regola, ma il mio fabbisogno calorico è talmente minimo evidentemente che basta davvero poco. Poi io sono una disordinata mentale pazzesca, che riesce a rimanere in controllo solo a prezzo di una routine severissima. Se succede qualcosa che mi spiazza ci metto davvero un secolo a riprendere il giro. Insomma da dopo Natale non mi ci sono più rimessa.
Oggi non so quanto peso, evito accuratamente ogni tipo di rapporto con la bilancia, ma da quel che vedo temo di non essere lontana dai 78. Il mio più grosso problema però è che io NON MI VEDO GRASSA!!! Ho letto il blog di My qualche giorno fa, raccontava in modo molto spiritoso di come lei non si vedesse affatto grassa negli specchi di casa, anzi di come lei si vedesse una strafiga!! L'ho sentita mia sorella virtuale. A me succede uguale!!!
Di fatto non credo di essere brutta, ho la pancia, e questo mi ha sempre crucciato, figurarsi oggi che debbo ammettere di avere un cuscino davanti. Ciò che non mi piace è che ho l'aspetto di un tronco, e la menopausa non aiuta certo. Vorrei forme più gentili, meno maschili, non mi importa più di tanto non essere magra ma vorrei non sentirmi la versione a due piedi di un mastino. Invecchiare non fa un granchè bene alla finezza dei lineamenti, tranne scarse eccezioni per lo più si diventa più 'pesanti', che non vuol dire più grasse. Guardate per esempio queste tre foto
Ingrid Bergman, un'attrice che io amo moltissimo, pur rimanendo una bella donna, invecchiando acquisisce la pesantezza di lineamenti che intendo io. Figurarsi la sottoscritta che già in partenza non aveva niente a che spartire con la bellissima Ingrid ...

E quindi? perchè non ce la faccio?
Perchè sono golosa ....
Perchè sono sensuale ... (del cibo mi piace tutto, anche la consistenza ed il colore)
Perchè ho la forza di volontà di due etti di ricotta ...
Perchè non ho una reale motivazione ...
Perchè ........................... ????
Ecco, a me sembra che se riuscissi a far scattare questo meccanismo che sembra essersi bloccato, io ce la farei a dimagrire quella decina di kg. Del resto dei principi di una sana alimentazione, dell'apporto calorico e del consumo calorico necessari per dimagrire so praticamente tutto, e se non lo sapessi io basterebbe mio padre che vorrebbe esportare il suo sistema su di me e che mi fa di quei pipponi da far girar la testa.
Ma non sono sicura che sia ciò che voglio perchè nonostante tutto non lo faccio.
Insomma, mi ci devo mettere. Come faccio? dove prendo la determinazione?

7 commenti:

valverde ha detto...

Come sempre mi sento molto in sintonia con te... cara Graz... storie diverse ,modalità diverse ma ..stesso risultato! Ero 59-60 kg a 35 anni...poi 70 a 44 e ora a 52 una balena: sono 90 kg per mt.1,72 di altezza e tutti concentrati a metà : sono un'anfora! E purtroppo il diabete di tipo II quello che viene a chi ha il colesterolo alto ed è in menopausa e non cala! Ci sto attenta , mi muovo come una matta ( quando non casco) e calo 10 kg. arrivo a 80 e invece che continuare e arrivare almeno a 70...lievito di nuovo! Come fare? Il grasso è frutto nella "mia" storia di due mariti sbagliati più uno giusto e lutti vari familiari: un'ecatombe...
Ho capito che quando comincio a calare son felice poi però subentra la "paura" e non ce la faccio più! Chissà se una psicologa potrebbe aiutarmi ?!
Comunque scusa lo sfogo personalissimo..il consiglio è di fare quello che ti fa star meglio nell'umore...
baci val

ZiaCris ha detto...

Non riesco a mettermi a dieta, ci guadagnerei...diciamo che non sono mai stata un colosso, fino a 10 anni fa pesavo 52 kg, adesso ne peso 60, ma gli 8 kg. in più non sono equamente distribuiti

graz ha detto...

Val, cosa vuol dire che subentra la paura? paura de che?

ZiaCris, perchè non ci riesci? hai trovato una risposta? (cmq se io fossi 60 kg mi bacerei i gomiti, per dire)

emily ha detto...

ehm....ok io nn sparo cifre sul mio peso che è più segreto del mio codice bancomat....io nn lo so xkè nn riesco a dimagrire, io mangio poco ma disordinato, e poi nn so resistere se una cosa mi piace la mangio senza pensieri e poi ho le lacrime di coccodrillo.
tutta questa storia della pesantezza mi hai fatto venire il magone.....buahhhhhhhhhh

graz ha detto...

Emily, nella mia vita reale non credo che ci sia nessuno che conosce il mio peso. Top secret. Talmente segreto che ... non lo conosco nemmeno io di preciso!!!

Cmq, dai!! non mi dire che ti ho fatto venire il magone che mi sento in colpa!!!

:-))))

valverde ha detto...

Guarda lo scrivo qua..anche se me ne vergogno e so che è da pazzi...
So che magro è sano, ma nella mia mente da quando son successe certe cose in famiglia ... magro è sinonimo di morte...insomma in famiglia erano tutti belli tondetti e quando son dimagriti è stato perchè malati e in fin di vita...Quindi nel mio cervello pazzo , nel subconscio magro=malato e non riesco a togliermi questa stupida e falsa equazione...
L'ho detto che ho bisogno della psicologa...
bacioni val

graz ha detto...

Vale, è bello ciò che scrivi e soprattutto E' CORAGGIOSO.

:-))