Obiettivo Trop Model

settembre 30, 2010

Co-sleeping

Leggo spesso in blog amici di figli migranti ospiti notturni più o meno occasionali ....

In questi giorni, con il batavo piazzato stabile in turnè europea, la ventitreenne princispessa mi si infila nel letto accompagnata dai suoi feticci: il suo cuscino e leone, fedele compagno di mille battaglie da quando era più grosso lui di lei. Segue documentazione fotografica (notare lo stato di prostazione del poveretto)


Avevo detto di una nuova coperta, no?

Beh ... eccola qua!! questo è l'inizio e lavorare con i colori mi sta divertendo un sacco (peraltro la princi che faceva la furba e mi chiamava nonna papera con la mia coperta old america adesso dice che questa è sua)

settembre 28, 2010

Dal profondo della mia tana ....

Sono io. Come m'incasino io NESSUNO!!!

Oggi DOVEVO ASSOLUTAMENTE LAVORARE. Ho un documento da scrivere, dovevo andare ad una riunione a Milano e l'ho scampata dicendo che il documento premeva per uscire. Che era mille volte meglio perdere la riunione ma mandare avanti il documento.

Ceeerrtoooooooooooooooooooooo!!

Ho fatto di tutto, tranne?????? Il documento, ovvio. Ho un armadio delle tovaglie che forse me lo pubblicano su una rivista di economia domestica. Non parliamo poi dell'armadio delle lenzuola che potrebbe andare su Mani di Fata o simili. Ho finito la mia prima coperta ed iniziato la seconda. Nel frattempo ho comprato il materiale per una sciarpa per la princi: una specie di fettuccia che si lavora ai ferri e allargandosi diventa un pizzo (su questa qualche dubbio che arrivi in porto ce l'ho francamente).

Il we passato ho iniziato a smontare la casutza della montagna ed a preparare il trasloco nella casa nuova. Oggi ho litigato con gli svedesi ed il loro fottuto trasportatore per la consegna e relativo montaggio della cucina. Ovviamente ho dovuto cedere e me la monteranno la prox settimana quando sia il batavo che la princi saranno via ed io dovrò quindi star dietro a questa faccenda ed al tempo stesso rendere inoffensive le due belve. Temo parecchio che NON sarà un successo; sul lato belve, claro e mi sento in colpa già da adesso, così, per non sbagliare. Ho provato a tirar dentro l'ortoressico che mi ha detto che lui viene volentieri, CON ME. 'pà che cavolo ci vieni a fare se ci debbo essere pure io? che ne faccio delle cane?' 'beh, le porti su e le lasci chiuse in macchina, no?'. Sic et simpliciter. Grazie per l'aiuto ma no grazie.

Chiaramente mi sono rinchiusa a riccio nel mio piccolo mondo antico. E continuo a chiedermi "perchè?" e poi mi chiedo "ma perchè deve esserci qualcosa che non va?". Poi leggo un post da Emily e lei, per ragioni differenti, ma arriva a conclusioni abbastanza simili.

Cos'è? e' questo il famoso riflusso? e' un'involuzione? oppure un'evoluzione? La scoperta della mia dimensione domestica? una casalinghite di lusso dove di fatto sfugge il lato frustrante e ripetitivo di questa attività? In effetti quando avevo i bambini piccoli ed ero a casa in maternità mi sentivo alquanto imprigionata ed entrambe le volte sono tornata molto volentieri al mio lavoro fuori casa. Oggi patisco le pene dell'inferno quando ci debbo tornare nella patologia delle dinamiche d'ufficio.

Prendi la scorsa settimana, due giorni due a Milano dal cliente. Dinamiche già viste di vincitori che fanno i superiori e di vinti che non si arrendono e continuano a mettere i bastoni tra le ruote, in mezzo quello che ha venduto l'azienda per salvarla da morte certa e adesso che ha le terga al caldo sputa nel piatto in cui mangia e non trova di meglio che giocare a fare il provocatore. Il tutto a rimestar su faccende in cui nessuno crede e che nessuno rispetterà una volta formalizzate. Ognuno che la sa più lunga di tutti gli altri messi insieme, o almeno crede.

E questo sarebbe meglio che riordinare i miei armadi, vivere bene la mia casa e giocare con i fili colorati? questo sarebbe meglio che coccolarmi la mia princi (che non è mai stata così viziata, che gli dei la proteggano) ed accudirmi il mio batavo (che in questo momento è in stato di grazia ... mah .. speriamo che non gli venga qualche idea bislacca).

E continuo ad incrociar le dita nella speranza che nessuno si ricordi di noi ... ma i brividi lungo la schiena li sento. Sempre più forti

settembre 22, 2010

Immagini da un fugone ..

... che sono pessime, le immagini intendo, perchè scattate con l'ahi!fone come dice un mio amico .. dovrò prima o poi convertirmi ad una macchina facile da trasportare che quel mammuttone che ho è davvero troppo ingombrante e pesante quando si vuole fare una roba sciuè sciuè.

Comunque da sabato ad oggi, gita alle terme!!! con un prologo a Tellaro, una piccola località appena dopo le Cinque Terre che consiglierei a chiunque sentitamente.

Batavo in odor di santità, sorella e cognato al seguito soddisfatti e contenti, qualche accenno di coccola da biutisenter (piedi e ceretta, pragmatico quanto basta ma sufficiente per sentirmi trasformata da la bestia a la bella)

Ed ecco qua

settembre 16, 2010

Trovate le differenze

tra questo

http://www.guardian.co.uk/world/video/2010/sep/13/silvio-berlusconi-hitler-joke

e questo



FERMATEMI!!!

Sarà che se lavorassi dovrei fare un mestiere che più noioso non ce n'è....

Sarà che l'omeopata dice che mi sono arresa e magari ha pure ragione, anche se non capisco perchè bisogna stare tutta la vita a combattere, e non capisco nemmeno che male ci sia ad arrendersi quando ci si arrende di fronte ad una situazione che piace ....

Sarà che in fondo ho sempre invidiato coloro che potevano scegliere di non lavorare (anche se poi sono sempre stata consapevole che una volta scelto c'era parecchia latta in tutto quel brillio dorato)

Sarà che ho un animo da Nonna Papera (e tra breve pure l'età) ...

Sta di fatto che sono partita in quarta, e casomai anche in quinta, con quello che ho definito un accanimento terapeutico di tipo casalingo .... Volete le prove???? Allacciate le cinture di sicurezza che il viaggio è periglioso ...


OK, partiamo dalla coperta che è QUASI finita. Dico QUASI perchè (tenetevi forte) non ho il tempo per andare a comprarmi un uncinetto che quell'altro me lo sono lasciato ai monti




Poi, vogliamo parlare del contenuto dei miei armadi che potrebbe superare l'ispezione di chiunque? financo quella poveretta di mia suocera che pur di non aver nulla in disordine tiene gli stipi VUOTI???




Ed ecco quindi che pure l'armadietto delle spezie, antro oscuro fino a ieri impenetrabile, meriterebbe che io togliessi l'anta che è un peccato coprire sto capolavoro!!!






Ma il pezzo forte, la poesia pura della nevrosi da abuso di casalinghite è il seguente:


dove potete comodamente osservare parte della produzione di ieri, seguita alla spesa fatta al mercatino dei produttori! Ovvero, pronti per il freezer, trovate la peperonata di peperoni lunghi, ennemila vasetti di passata di pomodoro (seguono gli ennemila della settimana scorsa già congelati), condimento per la pasta ai fiori di zucchina e zafferano, peperoni quadrati di carmagnola arrostiti e spellati (pronti per una eventuale bagna cauda di accompagnamento).

Nel frigorifero invece attendono, fiduciosi in un mio interessamento piu che prossimo, gli zucchini ed i fagiolini.

Che qualcuno mi fermi per favoreeeeee!!!

settembre 13, 2010

settembre 01, 2010

Capodanno - i buoni propositi

Va bene ... troverò il modo di completare l'educazione di cana piccola o forse troverà lei il modo di darsi una calmata, vedremo.

Va bene ... dovrò cercare di mettere un freno alla mia personale espansione orizzontale. Dieta? Palestra? Corsa nel parco? Tutto quanto mi sa. Peccato che l'esperienza sensuale del gusto, della consistenza, dei profumi e delle forme e colori sia una delle componenti qualificanti della vita, a mio parere. Dovrei ridirigere questa fonte di piacere su qualcos'altro, immagino ...

Dovrei cercare di impegnarmi un pò di più e meglio sul fronte lavoro. Non ne ho voglia, non mi interessa, lo faccio solo per tirar su qualche soldo ma poi quando i soldi arrivano fanno comodo e quindi ... onestà intellettuale mi imporrebbe di smetterla di ciancicare sti documenti che invece dovrei star preparando. Per dire, lunedì prox mi aspetta una trasfertella milanese, a parlar di stato avanzamento lavori sulla 231, che gli racconto, dico io, che questa settimana mi sto dando ai lavori domestici arretrati?

Dovrei cercare anche di capire se non è forse il caso di chiudere definitivamente questo capitolo e rinunciare a quel minimo che oggi mi rende, quella bava di filo rosso che ancora mi lega ad un'idea di me che non dipende da niente e da nessuno. Chiaro è che i soldi non bastano mai ma di fatto è l'idea di essere dipendente da qualcunaltro quella che mi fa venire i brividi. NON che io non pensi di guadagnarmela la mia parte, per carita!, che il lavoro di cura non ha prezzo in valuta corrente ma sicuramente ce l'ha in valuta umana, in benessere creato per se stessi e per gli altri. Ma se le cose domani cambiassero io come farei a mantenermi se oggi chiudo tutti i ponti con il mondo del lavoro? D'altro canto ha forse senso vivere oggi in funzione di un domani che non so se mai si avvererà (e che spero vivamente non si avveri, btw)?

Penso spesso a quale potrebbe essere un lavoro che mi diverta fare, un lavoro a cui recarsi a cuor leggero, contenta di farlo. Mi piacerebbe avere un pubblico con cui relazionarmi, non vorrei nulla di complicato, non ambisco a gloria e ricchezze (e ci mancherebbe pure), sono stufa di trafficare in materie inconsistenti e dal valore aggiunto discutibile. I sistemi certificati su cui sto mettendo le mani di recente, ad esempio, mi sembrano una presa per i fondelli gigante, ottimi in teoria ma discutibili nell'implementazione soprattutto se realizzata - come di fatto è nella maggioranza dei casi - a mò di bollino blu da esibire alla bisogna.

Mi piacerebbe un lavoro manuale di cui vederne gli esiti o anche un lavoro di relazione con il pubblico, penso spesso a cose come la commessa, magari di panettiera, oppure un negozietto di cose carine, cercate con cura, di cui essere esperta proponitrice, dispensatrice di consigli d'uso. Mi piacerebbe imparare a fare una cosa nuova e poi vendere questo mio acquisito talento. Chessò, realizzare qualcosa con le mani, legno o stoffa o lana o magari anche ceramica, e poi poterlo vendere .. mah .. non sono mica originale, eh?

E poi dovrei perdere un pò meno tempo, che qua - ad esempio - stamattina non s'è ancora combinato granchè .....

Son tornate

Tutta soddisfatta, pesavo che forse astoggiro con l'omeopata ci avevo preso perchè pareva funzionare.

Ero riuscita a non andar via di testa nella canicola di inizio luglio, con ampi margini di miglioramento visto che non mi ero staccata più di tanto dal ventilatore ma comunque la settimana era passata abbastanza indenne. Senza sostanziali attacchi di ansia o tachicardia, per esempio, e con un colon tutto sommato abbastanza prevedibile nei suoi comportamenti ... Avevo addirittura superato una serata in una tenda da circo a sudare come una fontana, la sola idea anche solo un mese prima mi avrebbe gettata nello sconforto.

Poi ... ho notato che le vampate erano scomparse. Ho avuto la tentazione di complimentarmi con me stessa e con l'omeopata pirotecnico per il successo ma poi, saggiamente, mi sono detta aspetta un attimo che vediamo che succede davvero. Ed infatti il solito, dolente, fastidioso turgore al seno si è ripresentato annunciandomi che le mestruazioni stavano di nuovo per arrivare!

Che palle, che palle, che strapalle!!

Ora, sia chiaro, io non ho fretta di diventare vecchia, incartapecorita, con un lavoro a maglia eternamente sulle ginocchia ed uno stuolo di marmocchi da intrattenere (anche MammAm mi ha ormai piazzato nella categoria ;-)))) ) ma sto tormento di climaterio non potrebbe finire??? Sono letteralmente anni che vado e vengo tra vampate ed emorragie!!!

Bastaaaaaa! non si potrebbe per favore fare basta adesso???

Capodanno - il bilancio

Ed eccolo qua, il post di capodanno!!! volevamo perdercelo forse???? NON SIA MAI!!! e per soprammercato sono andata a rileggermi l'analogo di un anno fa

Che dire??

Dei miei buoni propositi garage e cantina sono state affrontate e ricondotte a ragionevolezza ... a suo tempo e adesso sono di nuovo un casino. Non tanto il garage quanto la cantina. Quindi ce lo riproponiamo nuovamente

Poi, tutto il cotè remise en forme è ... un vero macello. Come da tradizione ho rigato dritto fino a Natale con qualche risultato, sebbene modesto, e poi mi sono schiantata sul Natale e debbo ripigliarmi ancora oggi. Il batavo poi ... non se n'è parlato mai, non ricordo come mai un anno fa io scrivessi che anche lui aveva intenzione di mettercisi ... boh!! Riproporselo o arrendersi di fronte all'evidenza?

Le cane ... vabbè io mi lamento sempre, poi mi guardo attorno, non tanto in giro o al parco, quanto nelle situazioni 'specializzate' e mi rendo conto che le mie due caprette alla fine non sono poi malaccio. La piccola cana bionda è ancora piuttosto irruente e difficile da governare in certe situazioni ma alla fine ho visto di ben peggio, quindi bisogna continuare (e sto cercando di capire come fare) ma tutto sommato non va male.

Il ballo .. lasciamo perdere che è meglio! Quest'anno avevo giurato a me stessa che sarei almeno andata a Vialfrè e non l'ho fatto. Perchè????????????? fondamentalmente perchè sarei stata da sola e mi s'è smorzato l'entusiasmo. Mi piacerebbe tantissimo poter ballare e poterlo fare con il batavo, ho visto spesso coppie frequentare i corsi e poi le situazioni di ballo in piazza d'estate e mi è sembrato un bellissimo modo di stare insieme e fare una cosa divertente. Peccato che il nostro lo detesti e non ci sia modo di convincerlo. Se poi ci si aggiunge che per partecipare alle feste in piazza bisognerebbe saltare la montagna con conseguente stress mio, suo e dei cani ecco che alla fine io decido sempre di lasciar perdere. Questo we che viene, per esempio, ci sarà uno stage di due giorni dei miei amatissimi balli del sud ma ... c'è un tempo fantastico, estremamente sereno, ventilato e con un sole meravigliosamente caldo ... posso io rinunciare a stare nei boschi, nei prati, in cima alle mie adorate montagne intanto che le cane scorazzano libere? No, non posso. E quindi, sebbene con estremo rammarico, mi sa che questo capitolo qua lo archiviamo.

Lascio a memento il video del GBT di quest'anno, che tanto rammarico mi fa venire



E per quest'anno che viene? che obiettivi mi pongo?