Obiettivo Trop Model

febbraio 20, 2011

La mia figlia pelosa

Dice che è un cane atopico, sviluppa reazioni allergiche e non sappiamo nemmeno bene a cosa. Peraltro, se anche lo sapessimo, non servirebbe a granchè perchè il trattamento desensibilizzante costa un botto e non dà più del 40% di riuscita, in più pare che pasticci assai con il sistema immunitario e questa è l'ultima cosa che le serve.

L'abbiamo trattata con un farmaco 'modulatore' del sistema immunitario per abbassare la risposta allergica, ma ovviamente questo ha avuto come conseguenza una minore difesa verso le infezioni e le sue lesioni si sono infettate con presenza di staffilococco aureo a cui sono seguiti cicli di antibiotici della durata di mesi e mesi. Ciclosporine e antibiotico non hanno però impedito la formazione di diversi granulomi da leccamento più o meno suppuranti. La dermatite si è trasformata in piodermite profonda.

Da ottobre abbiamo sospeso i medicinali e siamo passati all'omeopatia. La situazione non è precipitata come poteva accadere ma certo che non va bene. Ora le lesioni sono presenti su tutte le zampe, più o meno brutte o estese, e dall'ultimo calore un mese fa si è sviluppata una grande lesione su una coscia, con diverse papule più o meno infiammate, un granuloma da leccamento in formazione e, dulcis in fundo, una specie di decubito della dimensione di una moneta da due euro che da due giorni a questa parte è particolarmente brutto e si sta allargando.

Sto cambiandole alimentazione passando alla dieta casalinga a crudo i cui sostenitori dicono che fa miracoli per le affezioni cutanee.

Io lo so che c'è chi non capisce, lo so che c'è chi pensa che il mio mondo sia diventato eccessivamente centrato sui miei cani, magari pensano che io li stia vivendo come i figli piccoli che non ho più, la sindrome del nido vuoto e tutte quelle scemenze lì.

Ma per me lei è come una figlia e mi sento il cuore stretto stretto

8 commenti:

ilmiokarma ha detto...

Io ti capisco eccome! Se la mia gatta stesse così male soffrirei quanto soffri tu per la tua bella cana. Un abbraccio, a te e a lei

Anonimo ha detto...

Ti capisco tanto, ma tanto.
Quando al mio Romeo,(micio europeo rosso, meraviglioso, con un'espressività degli occhi stupenda, verdi, grandi) circa 7 anni fa, gli avevano diagnosticato un sarcoma indotto da iniezione, ho pianto, ma ho fatto tutto quello che doveva essere fatto.
La degenza a casa è stata tosta per via delle somministrazioni medicamentose, era rasato dal collo sino al fondo schiena, con tutta una fila di punti. L'ho accudito, l'ho aiutato, l'ho amato tanto. E ce l'ha fatta.
Sono trascorsi degli anni, ma questa primavera ha iniziato a tossire, starnutiva, con la zampetta si sfregava il nasino e con la veterinaria pensavamo a un tipo di allergia stagionale. Magari fosse stato così. Curato, visitato, l'abbiamo portato nella clinica veterinaria dove la nostra veterinaria è docente, vari esami, vari accertamenti. La diagnosi è stata una mazzata, aveva un nuovo tumore alla narice sinistra.
Un tumore che tendeva, purtroppo a salire e prendere il cervello.
L'ho assistito come meglio potevo, non lo lascevamo mai solo, qualcuno di noi c'era sempre in casa con lui, soprattutto io.
A luglio il tumore si era ingrossato, tanto da socchiudere quasi tutto l'occhio. La mia carissima veterinaria mi ha detto che la sofferenza aveva iniziato il suo accanimento.
E allora, per tutto il bene che gli ho voluto non potevo, per il mio egoismo di averlo ancora con me, permettere che questo accadesse.
Abbiamo fatto quello che andava fatto, ma non in ambulatorio, ma a casa sua. Con noi, io e mio figlio, mio marito non c'era, le mie due amiche e il medico.
Abbiamo abassato un po' le luci, lui mi guardava, era più bello che mai nonostante la sofferenza.
Gli parlavo e lui si è addormentato.
Non so se avrò ancora un gatto o un cane, per ora non ce la faccio, è ancora tanto presente nei miei pensieri e lo vedo ancora aggirarsi per casa. La sera veniva nel lettone con me e a volte, ti confesso, allungo ancora la mano per accarezzarlo.
Scusami mi sono dilungata in maniera spaventosa, non lo farò più, promesso. Ciao
4 p

Anonimo ha detto...

Mi sono dimenticata la cosa più importante, ma prima le dita sul pc correvano, non mi rendevo conto.
La tua cana è bellissima, ha un muso intelligente, sai quell'espressione umana che alcuni animali hanno? Ecco intendo proprio questo.
Come si chiama??
L'altro color champagne è un lui o una lei?????
Ciao e scusami se prima ti ho sciorinato tutto il mio sfogo.
4 o

Anonimo ha detto...

Mi sono dimenticata la cosa più importante, ma prima le dita sul pc correvano, non mi rendevo conto.
La tua cana è bellissima, ha un muso intelligente, sai quell'espressione umana che alcuni animali hanno? Ecco intendo proprio questo.
Come si chiama??
L'altro color champagne è un lui o una lei?????
Ciao e scusami se prima ti ho sciorinato tutto il mio sfogo.
4 o

Mammamsterdam ha detto...

Tu mica devi date retta à tutti! Capisco perfettamente la gioia Che ti danno le cane e curarle e Il minimo. Certo Che poi ci sono situazioni piu complexer ma mio suocero veterinario sostiene Che gli animali non sono personeel e basta non concluderen su questo, cosa che non mi pare Che tu faccia. Speriamo bene

Mammamsterdam ha detto...

Tu mica devi date retta à tutti! Capisco perfettamente la gioia Che ti danno le cane e curarle e Il minimo. Certo Che poi ci sono situazioni piu complexer ma mio suocero veterinario sostiene Che gli animali non sono personeel e basta non concluderen su questo, cosa che non mi pare Che tu faccia. Speriamo bene

graz ha detto...

Giorgia & 4P: credo che solo chi ha un peloso possa davvero capire!

4P: grazie per aver condiviso con me questa storia e non preoccuparti di scrivere troppo, io sono un'artista del genere ;-))

MammAm: si è difficile non umanizzarli e non viverli come i figli che non sono. Non sono persone, è vero, e nel viverli come tali si rischia di caricarli di responsabilità che non possono gestire o anche renderli deficienti. Trovare la giusta via non è facile ..

graz ha detto...

4P ho scritto un post a parte per risponderti. Jada è davvero un cane eccezionale, le ti CAPISCE ed il suo sguardo ha dentro tutto. Il giorno che se ne andrà so già che sarà un dolore pari ad un affetto a due zampe. Ma sai cosa penso? gli animali hanno questa cosa meravigliosa che noi (ancora?) non abbiamo: la possibilità di avere qualcuno che ponga fine alla vita quando il bilancio tra positivo e negativo vira verso la parte sbagliata. E' un atto d'amore e di rispetto grandissimo ed io sono certa che hai fatto la cosa giusta.